Orvieto e Città della Pieve, bellezza autentica

by Albore Simone Marino

Dopo essere stati immersi nella natura e nella storia, continuiamo ad esplorare i borghi umbri, spostandoci ad Orvieto e Città della Pieve.

Orvieto

Orvieto dista poco più di 1 ora da Perugia, la sua bellezza la si denota già dalla strada mentre ci si avvicina e la si vede adagiata sopra una rupe di tufo.

Il primo punto d’interesse che visitiamo è il famoso Pozzo di San Patrizio (XVI sec.), una vera e propria opera di ingegneria idraulica costruita nel tufo.

Pozzo di San Patrizio

Pozzo di San Patrizio

Il pozzo deve probabilmente il nome ad una caverna in Irlanda denominata “Purgatorio di San Patrizio”, utilizzato come luogo di espiazione dei peccati. Il pozzo ha una profondità di oltre 60 metri e fu realizzato per garantire acqua tutto l’anno soprattutto in caso di calamità o guerra.

E’ possibile scendere all’interno del pozzo, caratterizzato da 72 finestre, percorrendo le 2 scale elicoidali indipendenti (248 scalini ognuna), progettate in maniera tale da correre sovrapposte senza mai intersecarsi, collegate tra loro solo da un piccolo ponte alla canna del pozzo. Questo ingegnoso sistema fu creato per fare in modo che le persone con i muli che si recavano nel fondo del pozzo ad attingere l’acqua, non intralciassero il cammino con chi invece stava risalendo in superficie. Ancora oggi il pozzo è alimentato da una sorgente naturale, il livello dell’acqua al suo interno è sempre costante. Nel centro storico di Orvieto si trova anche il Pozzo della Cava (profondo 36 metri), che fa parte di un complesso dove sono stati rinvenuti reperti etruschi e medioevali.

Duomo di Orvieto

Duomo di Orvieto

Percorrendo le le strade del centro storico si giunge al famoso Duomo di Orvieto, che insieme al Pozzo di San Patrizio, è uno dei simboli della città. L’accesso al Domo è previo pagamento del ticket, che permette oltre alla visita all’interno della Cattedrale, anche di poter accedere a 2 musei, il Museo Emilio Greco (subito dopo la biglietteria) e il Museo dell’Opera del Duomo.

Museo dell'Opera del Duomo

Museo dell’Opera del Duomo

Situato al piano terra di Palazzo Soliano, antica residenza pontificia di fine XIII secolo, si trova il Museo Emilio Greco che raccoglie alcune opere bronzee donate dallo scultore siciliano Emilio Greco, autore tra l’altro dei 3 portali del Duomo di Orvieto. Poco distante, situato all’interno del complesso dei Palazzi Papali, si trova il Museo dell’Opera del Duomo che ospita sculture, pitture e oggetti di varie epoche a partire dal ‘200.

Duomo di Orvieto

Duomo di Orvieto

Il Duomo di Orvieto (fine XIII-XVI sec.) tra le più maestose realizzazioni di architettura gotica italiana. E’ costituito da fasce in pietra bianca e nera e una ricca facciata che presenta il rosone, mosaici e quattro pilastri con bassorilievi. L’interno è ricco di di sculture ed affreschi, ma il pezzo forte è la Cappella di San Brizio, che custodisce lo splendido ciclo di affreschi con tema inerenti il Giudizio Universale.

Piazza della Repubblica

Piazza della Repubblica

Ci spostiamo in Piazza della Repubblica, dove si affacciano il Palazzo Comunale e la Chiesa di Sant’ Andrea e Bartolomeo.

La romanica Chiesa di Sant’ Andrea e Bartolomeo (VI-XI sec.) con il caratteristico campanile dodecagonale in tufo, è tra le chiese più antiche della città. Era la chiesa più importante prima che sorgesse il Duomo, nasconde nei suoi sotterranei tracce dell’antica città etrusca e della basilica paleocristiana.
L’ elegante Palazzo Comunale (XII-XIII sec. circa) rimasto incompiuto, è caratterizzato da una serie di arcate a sorrstegno di un ampio terrazzo. Al suo interno si trovano importanti e meravigliose sale affrescate.

Palazzo del Capitano del Popolo di Orvieto

Palazzo del Capitano del Popolo di Orvieto

Non molto distante si trova il maestoso Palazzo del Capitano del Popolo (XIII sec.), ora divenuto centro congressi.
All’epoca fu realizzato come dimora del Capitano del Popolo, tra le figure più importanti della vita cittadina.

Umbricelli alla Norcina

Umbricelli alla Norcina

Giunge l’ora di pranzo, decidiamo di fermarci alla Trattoria Antica Cantina, buona cucina tradizionale e oste molto cortese. Il locale dispone di sala interna e posti esterni. Mangiamo degli ottimi Umbricelli alla Norcina, preparati con saalsiccia umbra e tartufo. Un po’ lunga l’attesa ma ne vale la pena.

Lasciamo Orvieto per dirigerci a Città della Pieve, distante circa 45 minuti.

Potrebbe piacerti anche

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.