Lussemburgo, paradiso non solo fiscale

Alla scoperta del Lussemburgo

by Albore Simone Marino

LUSSEMBURGO, la Capitale

Una giornata può essere dedicata alla scoperta degli angoli più suggestivi della Capitale, che affascina i visitatori con i propri paesaggi.
La storia della città, la cui parte antica è Patrimonio dell’Unesco, vive nelle caratteristiche strade e nei monumenti che ne raccontano il passato, spostandosi si raggiunge poi la modernità della parte nuova, dove sono situate strutture contemporanee ed edifici high-tech di importanti aziende e le sedi istituzionali dell’Unione Europea.

Stazione Centrale

Stazione Centrale

L’albergo scelto è Ibis Styles Centre Gare, categoria 3 stelle.
La camera è piccola ma accogliente, letti comodi e un bagno di piccole dimensione ma funzionale e con materiale da bagno in omaggio e phon. La colazione è molto buona e ricca di ogni cosa (brioches, marmellate, pane, succhi di frutta, frutta fresca, affettati…) distributore di bevande calde e una vasta scelta di thè.
Pulizia camera e cambio asciugamani quotidiano, nell’intera struttura è presente la connessione Wi-Fi gratuita e una postazione Internet free nella hall. Il personale è cordiale e sempre molto disponibile verso la clientela.

La posizione è tutto sommato buona, l’albergo è infatti situato a circa 200 metri dalla stazione ferroviaria e 15 minuti a piedi dalla città vecchia, l’unica pecca è la strada dov’è situato l’albergo, piena di bar, locali per adulti e facce non proprio raccomandabili.

Città della Giustizia

Città della Giustizia

Arrivati nel pomeriggio iniziamo a sfruttare l’occasione per scoprire la Capitale in versione anche serale.
Dall’hotel è comodo raggiungere il centro con una passeggiata di circa 15 minuti, percorrendo la Avenue de la Gare.
Si giunge inizialmente alla Città della Giustizia, dove vi si trovano una serie di maestosi edifici dedicati ad uffici giudiziari e tribunali che si affacciano intorno ad una piazza barocca. La visione del gruppo di costruzioni ha attirato subito l’attenzione, ma soprattutto vale la pena visitare questa parte della città per i terrazzi panoramici che offrono diversi punti di vista sulla città bassa “Grund”.

Terminato il giro panoramico procediamo verso il centro per ammirarlo in veste serale, arriviamo a Place Guillaume II, la grande piazza centrale punto d’incontro cittadino dove si trova anche l’ufficio informazioni turistiche. Su uno dei lati vi si trova l’Hotel de Ville (1830), palazzo neoclassico sede del Municipio e quasi al centro della piazza si erge il monumento equestre di Guglielmo II (Granduca del Lussemburgo).

Palazzo Granducale

Palazzo Granducale

Proseguendo lungo una delle vie che si affacciano sulla piazza, si giunge al Palazzo Granducale (1573) dove dal 1895 oltre ad essere la residenza del Granduca, ha luogo la maggior parte delle attività ufficiali del Paese. L’ala sinistra del palazzo risalente al Cinquecento è ornata da graziose torri mentre nell’edificio situato a destra, si trova la Camera dei Deputati.

Non molto distante, si erge la Cattedrale di Notre Dame (1613), l’antica chiesa dei Gesuiti che solo nel 1870 divenne Cattedrale. E’ costruita in stile tardo-gotico con due torri che rappresentano il simbolo della città. Al suo interno si trova la statua della Patrona della città, meta di numerosi pellegrinaggi, mentre nella cripta sono tumulati i vescovi e i membri della famiglia regnante.

Lussemburgo

Lussemburgo

Ci dirigiamo verso la Città della Giustizia per prendere il comodo ascensore che porta al Grund, la città bassa, un complesso architettonico del XVI secolo. Arrivati al piano -2, percorriamo qualche decina di metri all’interno di una grotta ed appena si esce sembra di essere stati catapultati indietro nel tempo e in un’altra città.

Il paesaggio che ci circonda sembra un quadro di Monet, non a caso sul ponte che attraversa il fiume vi sono piccoli stand di artigiani e pittori che espongono le loro opere.

Chiesa St-Jean

Chiesa St-Jean

Questa zona della Capitale è un piccolo borgo attraversato dal fiume Alzette, situato nella valle sotto il centro di Lussemburgo. Percorriamo le piccole vie caratteristiche per dirigerci verso la Chiesa St-Jean (1705), ben visibile dal belvedere del centro storico. La chiesa in stile barocco, al suo interno conserva organi del XVIII secolo e una “Vergine nera” in noce dello stesso periodo.
Questa zona della città, oltre ad essere pittoresca, è caratterizzata da una trafficata vita notturna.

Lussemburgo

Lussemburgo

Lasciamo il Grund per visitare la parte moderna della città nonché quartiere Europeo.
Facciamo una bella e lunga camminata uscendo dai bastioni, per giungere ad un enorme parco dove vi si trova l’antico Fort Thüngen (1730), una delle opere difensive più importanti della città, oggi ne rimangono le rovine chiamate “le 3 ghiande”.

Fort Thüngen

Fort Thüngen

Al suo interno ospita il museo delle strutture difensive in Lussemburgo e mostre temporanee.
Giungiamo finalmente nel quartiere sull’altopiano del Kirchberg, dove si trova il MUDAM (2006), il modernissimo Museo d’arte moderna ed i palazzi delle istituzioni europee. Qui infatti vi è la Corte di Giustizia dell’Unione Europea, che dal 1951 ha il compito di garantire il rispetto del diritto Comunitario, la struttura è molto appariscente e le due torri altissime dorate non la fa passare certo inosservata. Poco distante sorge il palazzo della Banca Europea degli Investimenti, dal 1957 è l’istituzione finanziaria per il finanziamento degli investimenti atti a sostenere gli obiettivi politici dell’Unione, il palazzo è in vetro e acciaio e sembra quasi un terminal di un aeroporto.

Panorama Casematte

Panorama Casematte

Da visitare nella Città di Lussemburgo sono sicuramente le Casematte, una delle parti più suggestive della parte antica e Patrimonio UNESCO.
Una rete di gallerie sotterranee scavate nel promontorio roccioso della città nel 1644; il labirinto, inizialmente lungo 24 Km e profondo 40 metri, che fungeva da sistema difensivo. Oggi è possibile visitarne 17 Km e, grazie alle aperture sulla roccia dalle quali in antichità venivano puntati i cannoni, si possono ammirare splendide viste su tutta la città.

Potrebbe piacerti anche

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.