Lussemburgo, paradiso non solo fiscale

Alla scoperta del Lussemburgo

by Albore Simone Marino

VIANDEN, il castello e Victor Hugo

Partenza dalla Stazione Centrale di Lussemburgo alla volta di Vianden, piccola cittadina molto caratteristica che dista circa 1h dalla Capitale.

Per raggiungere Vianden si prende il treno fino a Diekirch e si prosegue poi in autobus, il prezzo del biglietto del treno per Diekirch A/R costa appena €4 ed è valido anche per la tratta A/R in autobus, quindi escursione veramente molto economica.

Vianden

Vianden

Si trova nella Regione delle Ardenne, definita “Piccola Svizzera del Lussemburgo”, caratterizzate da maestosi paesaggi, altopiani e valli tortuose. Questa Regione immersa nel verde, ospita anche le più grandi riserve naturali del Paese, sentieri segnalati dove si possono fare escursioni in bici e a piedi.

Vianden è una perla, la cittadina viene dominata dall’alto dal castello, per raggiungerlo ci sono due possibilità, attraverso i sentieri oppure prendere la comoda seggiovia panoramica (aperta solo nei periodi estivi) che in pochi minuti porta in cima al monte. La nostra idea è stata quella di prendere il biglietto di sola andata (€3.60) della seggiovia per poi scendere a piedi.

Vianden

Vianden

Arrivati in cima al monte in circa 10 minuti, ci si trova davanti in un ampio spiazzo con uno chalet con funzione di bar-ristorante ed una terrazza panoramica da cui è possibile ammirare un panorama mozzafiato sul Castello e l’intera vallata che circonda la cittadina.
Dalla piattaforma della seggiovia, attraverso un sentiero neanche troppo semplice, piuttosto sconnesso e soprattutto senza alcun parapetto lungo tutto il percorso, in circa 10 minuti si arriva al maestoso Castello (Ingresso €6).

Vianden

Vianden

Le fondamenta del Castello furono costruite intorno al XI secolo, ma appartiene al Granducato dal 1977.
Il castello comprende un Piccolo Palazzo, un Grande Palazzo e una cappella romanica, nel corso dei secoli ha visto numerosi ampliamenti e l’ultimo restauro gli ha restituito il suo aspetto tardo settecentesco.
Al suo interno, si è guidati lungo un percorso che attraversa tutte le stanze e si ammirano oltre gli arredi dell’epoca, anche alcune armature ed armamenti.
E’ possibile richiedere all’ingresso anche l’audioguida a pagamento.

Vianden

Vianden

Inoltre, ogni anno mercati tradizionali e feste medievali fanno rivivere il castello, riportandolo ai tempi in cui era abitato da signori e cavalieri.

Terminata l’interessante visita, procediamo lungo il sentiero che attraverso i boschi riporta in paese. Procediamo lungo la Gran Rue, la via principale che attraversa il centro e dove si affacciano piccoli negozi. Lungo la “gran via” si può ammirare la Chiesa dei Trinitaires (XIII sec.), costruita in stile gotico a due navate, possiede un bel chiostro anch’esso dello stesso periodo. Tornando verso l’ufficio del Tourist Info, poco lontano, superato il ponte sul fiume Our si può visitare la casa-museo dello scrittore Victor Hugo.

Dopo numerosi passaggi a Vianden, il poeta ne rimase affascinato e vi soggiornò per alcuni mesi nel 1871 durante il periodo del suo esilio. Oggi l’antica dimora conserva disegni e lettere autografe del grande scrittore.

Potrebbe piacerti anche

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.