Da Barcis a Venzone, tra natura e mummie

Alla scoperta del Friuli Venezia Giulia - Parte 6

by Albore Simone Marino

Trenino della Valcellina

In località Ponte Antoi si trova il centro visite della Riserva Naturale Forra del Cellina, che ospita una mostra tematica dedicata alla riserva.

Riserva Naturale Forra del Cellina

Riserva Naturale Forra del Cellina

Si può percorrere un tratto della vecchia strada della Valcellina (aperta da aprile a ottobre) a piedi, in bicicletta o a bordo di uno speciale trenino.

A bordo di un trenino turistico è possibile visitare in tutta sicurezza e relax in circa 1 ora, parte della vecchia strada della Valcellina passando anche per i paesi circostanti e la Forra del torrente Cellina.

Riserva Naturale Forra del Cellina

Riserva Naturale Forra del Cellina

Un percorso di circa 4.5 Km di scorci su uno fra i più importanti canyon d’Italia, un’area di grande interesse naturalistico e paesaggistico.

Un percorso affascinante tra acque cristalline e profondi canyon scavati nelle rocce che rendono incantevole questa esperienza, la vecchia strada della Valcellina era l’unico collegamento della valle con la pianura.

Purtroppo l’autista del trenino non ha permesso alle persone sedute nei “vagoni” retrostanti di godere a pieno dei paesaggi e punti d’interesse.

Quando si arrivava in punti “fotografabili” o comunuque degni di nota, l’autista rallentava permettendo alle persone sedute davanti di godere al massimo dell’esperienza, ma quando toccava a quelle dietro ripartiva quasi subito, con tutto il malumore espresso dalle persone.

Dopo questa interessante escursionee, mi sposto poi nei borghi di Poffabro e Frisanco.

Potrebbe piacerti anche

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.