Maiorca una perla di isola

Estate 2011 in una delle più belle tra le Isole Baleari

by Albore Simone Marino

E’ arrivata la tanto agognata estate, tempo di mare, sole e soprattutto relax, io in compagnia dei miei genitori, voliamo verso Maiorca.

Maiorca, isola principale delle Baleari, è caratterizzata da monti e mare, la ricchezza e bellezza delle innumerevoli baie hanno fatto modo che l’Unione Europea assegnasse la “bandiera blu” a numerose spiagge.

Partenza la mattina del 3 Agosto con EasyJet da Malpensa e in circa 1.20h atterriamo a Palma di Maiorca, ci dirigiamo a prendere l’auto in noleggio per l’intera durata della vacanza.

Da Palma di Maiorca ci dirigiamo a Cala Figuera, località dove alloggeremo situata nella parte sud-est dell’isola a circa 5 Km dalla cittadina di Santanyi.

Cala Figura

Cala Figura

Cala Figura è un tranquillo paese di pescatori situato a circa 60 Km a sud-est di Palma di Maiorca, si estende su alte scogliere a sud della città e lungo il porto di pesca alla fine di un “fiordo”.
La località non offre spiagge turistiche o aree di nuoto facilmente accessibili, ma è molto vicina a splendide baie come Cala Santanyi e Cala Mondragò.

Alloggiamo in un monolocale della struttura Apartamentos Vista Al Mar.
Qui ci accoglie Toni, il proprietario che possiede anche la struttura Hostal y Apartamentos Mar Blau e il mini-market Spar.

Ho avuto modo di scrivergli delle mail e fin da subito si è rivelata una persona molto disponibile e gentile, anche una volta arrivati l’ospitalità è stata ottima.

L’appartamento era ben tenuto e molto pulito, comprese nel prezzo c’erano anche la biancheria da letto oltre che asciugamani ma soprattutto le pulizie bisettimanali.
Un ulteriore dimostrazione di ospitalità è stata quella di aver trovato sul tavolo della cucina una bottiglia di acqua e una di vino locale.

Consiglio vivamente di alloggiare in questa struttura, non ve ne pentirete.

Cala Figura

Cala Figura

Iniziamo fin da subito a girare alla scoperta dell’isola rimanendo nelle zona centrale, est e sud.

Queste zone formano la parte rurale dell’isola, aree prevalentemente agricole e con pianura ricca di frutteti e uliveti, intorno si estendono le colline costellate di villaggi e città.
Questa regione resta in gran parte incontaminata, un luogo dove godersi la pace e la tranquillità passeggiando per le campagne.

Tra le cittadine che abbiamo visitato c’è Colonia de Sant Jordì, una località di villeggiatura dove dalla spiaggia la vista spazia su diversi isolotti fino all’isola di Cabrera, da qui infatti è possibile prendere il battello per raggiungere Cabrera, dal 1991 Parco Nazionale protetto.

Visitiamo la vicina Santanyi, caratterizzata dal colore dorato delle abitazioni, dovuto alla pietra arenaria dorata con la quale sono costruite le abitazioni usata anche per la Cattedrale di Palma di Maiorca.

Il monumento più importante è la chiesa parrocchiale di Sant Andrei Apostel (1265) in stile romanico e gotico, ospita al suo interno un enorme organo rococò.

Escursioni a Porto Colom, Porto Cristo, Artà e Capdepera

Porto Colom è un villaggio di pescatori molto carino, battezzato così in onore di Cristoforo Colombo che secondo un’ipotesi alquanto fantasiosa, sarebbe nato proprio qui… (ma non era genovese?!?!).

Si trova in una insenatura naturale che conserva l’atmosfera di piccolo porto di pescatori, nelle vicinanze Cala Marçal ha un’ampia spiaggia di sabbia che conduce ad una caletta tra gli scogli.
Sempre a Porto Colom, merita una visita (soprattutto per il panorama) il faro.

Porto Cristo

Porto Cristo

Porto Cristo è la località nelle immediate vicinanze delle Coves del Drac (Grotte del Drago), che secondo la leggenda proteggeva l’entrata.

Il paese di per sé niente di eccezionale se non solo per l’acquisto di souvenir, per quanto riguarda le grotte… assolutamente stupende!

Coves del Drac

Coves del Drac

Sono una delle principali mete turistiche di Maiorca, ci si addentra in un percorso di circa 2 Km e termina al Lago Martel (dal nome dello speleologo francese che scoprì le grotte), lago lungo 175 metri che lo rendono il lago sotterrano più grande d’Europa e tra i maggiori al Mondo.

Un’altra caratteristica di questo lago è l’acqua salata e non c’è alcun collegamento diretto con il mare.

La cosa spettacolare delle grotte dopo il lungo percorso e quindi una volta arrivati al lago, è che dal buio si accendono improvvisamente le luci che illuminano le limpide acque del lago e ad un tratto si inizia a sentire un suono orchestrale e lentamente si vedono delle luci in lontananza, man mano avvicinarsi… inizia così uno splendido concerto di violini su barca.

Inutile dire che vale davvero la pena visitare queste grotte.

La cittadina di Artà è caratterizzata dalla chiesa parrocchiale della Transfiguraciò del Senior e la fortezza con il Santuari de Sant Salvador in cima ad una collina (quasi 200 gradini!).
Poco distante è la località di Capdepera, dominata dalla più grande fortezza di Maiorca.

Palma di Maiorca e Soller

Palma di Maiorca è caotica, piuttosto sporca, piena di zingari e non offre molto in quanto a monumenti.

Cattedrale di Palma di Maiorca

Cattedrale di Palma di Maiorca

Visitiamo “La Seu”, la Cattedrale di Palma di Maiorca (XIV sec.) imponente stile gotico, all’interno si estendono tre navate di cui quella centrale è la più ampia e una delle più alte al Mondo, tutti i rosoni sono opera dell’architetto Gaudì.

Sul lato della Cattedrale che dà verso il mare vi è il Parc de la Mar, caratterizzato da un lago sulle cui acque si riflette l’immagine della Cattedrale, inutile descrivere che spettacolo sia la sera.

Castillo de Belveder

Castillo de Belveder

Ci dirigiamo verso il Castillo de Belveder, residenza estiva della famiglia reale spagnola a Maiorca.
La sua forma ricorda vagamente Castel del Monte nei pressi di Bari.

Come detto da qui si gode una magnifica vista panoramica sul mare e sulla città.

Trenino elettrico d'epoca

Trenino elettrico d’epoca

Da Palma di Maiorca prendiamo un trenino elettrico d’epoca (1912), molto bello costruito interamente in legno, il percorso attraversa le montagne e dura all’incirca 1h, il treno effettua poche fermate e l’ultima prima di arrivare a destinazione è in un punto panoramico dove si ammira dall’alto la cittadina di Soller.

Soller

Soller

Soller è situata in una valle di aranceti tra monti e il mare caratterizzata da case signorili e residenze degli emigranti di ritorno dalla Francia.

La principale attrattiva è la chiesa parrocchiale di Sant Bartomeu e la torre (1912), vi sono anche il Museo Balear de Ciencas Naturales e il Museu de Soller che raccoglie oggetti antiquari e resti dell’antica città.

Si può raggiungere Port de Soller a bordo di tipici tram, da qui infine è possibile raggiungere col battello la Calobra, una spiaggia che è un vero incanto della natura.

Port de Soller

Port de Soller

Decidiamo di prendere il tram e raggiungere Port de Soller, questa piccola località è costruita intorno a un porto naturale a ferro di cavallo, offe diversi ristoranti e bar oltre che negozi di artigianato locale dove poter acquistare oggetti in ceramica e terracotta oltre che vetro ed oggetti in legno di ulivo.

E’ il posto ideale per passare una giornata, con lo splendido sfondo delle colline boscose e la vista del mare.

Alcudia e Cap de Formentor

Alcudia è una città cinta da mura, l’ingresso in città avviene attraversando una delle due porte, Puerta de Palma e Puerta de Xara, con una breve passeggiata si dalla bella la Chiesa de Sant Jaume si può raggiungere il piccolo Teatre Romà (Anfiteatro Romano) ricavato nella roccia nel pendio del terreno.

Alcudia

Alcudia

Seguendo le indicazioni (se pur scarse), dopo una strada di montagna piena di curve e tornanti, si arriva a Cap de Formentor.

Cap de Formentor

Cap de Formentor

E’ il punto più settentrionale di Maiorca dove è possibile ammirare splendidi scorci: scogliere alte 400 metri che si gettano in mare su cui nidificano gli uccelli marini.

Nei giorni di bel tempo è possibile vedere persino Minorca.

Vita da spiaggia

Come detto Maiorca offre moltissime baie situate maggiormente nella zona sud.

Spiagge

Spiagge

S’Arenal è una località poco distante da Palma di Maiorca, caotica dove è impossibile trovare parcheggio, meta frequentata soprattutto da giovani.

Cala Pi, molto bello il mare e le vedute che si hanno dall’alto ma la spiaggia è davvero piccina e abbastanza affollata.

Colonia de Sant Jordì ha una spiaggia non molto affollata e mare molto bello, si ammira anche l’Isola de Cabrera in lontananza.

Cala Santanyi

Cala Santanyi, insignita dalla Bandiera Blu, si tratta di una caletta incastonata all’interno di una insenatura delimitata da scogliere rocciose.
Il mare è turchese intenso e dalle tante sfumature, cristallino e trasparente con fondali sabbiosi.
Seguendo le indicazioni è possibile raggiungere Es Pontas, grande scoglio a forma di arco che emerge dal mare.

Cala Mondragò, anch’essa non molto distante da Cala Figuera, è situata all’interno del Parco Naturale Cala Mondragò.
Qui la natura è incontaminata, posto davvero splendido.

Cala Llombards, bellissima cala e mare caraibico tra Cala Santanyi e Colonia de Sant Jordì.

Cala Esmeralda e Cala d’Or, sono praticamente una a fianco all’altra.
Cala Esmeralda deve il suo nome al colore delle sue acque con sfumature dal verde all’azzurro, cristallino e trasparente con fondali sabbiosi.
Cala d’Or è una tra le più importanti località balneari con locali e ristoranti alla moda.
La spiaggia è di sabbia dorata ed acqua blu, entrambe sono meta soprattutto di giovani.

Enogastronomia

La cucina Maiorchina è rustica e tradizionale con abbondante uso di aglio e olio d’oliva, molte le specialità tipiche a base di pesce come cernia e triglia di scoglio oltre che polpo.

Molto buone le varie Empanadas, torte salate di pasta sfoglia spesso con ripieno al tonno.

Immancabili ovviamente piatti della cucina tradizionale Spagnola come la Paella o il, Gazpacho.

Ho notato differenza tra i cittadini di Palma di Maiorca e gli altri abitanti dell’isola, soprattutto con quelli del sud.
Nella zona sud la popolazione è fantastica, simpaticissima, gentile e molto ospitale a Palma sono un po’ più freddi.

Maiorca è l’ideale per una vacanza tranquilla e rilassante, anche per piacevoli escursioni lungo i sentieri che seguono spesso la costa.

Protected by Copyscape

Potrebbe piacerti anche

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.