Dicembre tra Atene e Cipro

Inverno tra Grecia e Cipro

by Albore Simone Marino

Ritorno ad Atene

Alloggio presso l’Acropolis View Hotel, categoria 2 stelle situato a pochi metri dall’Acropoli.

Lo staff ottimo, veramente gentile, la camera di buone dimensioni, peccato la coque sporca e che non sia presente un appendi abiti. La struttura è comunque comoda non solo per visitare l’Acropoli, ma anche per la vicinanza alla metropolitana (Acropolis) situata a 5 minuti a piedi.

Partenone

Partenone

Avendo a disposizione la mattinata prima di tornare a Milano, visito l’Acropoli.
Il biglietto d’ingresso costa € 10 per alcuni sembra molto, io penso che la cultura non ha prezzo ed essere ad Atene e non visitare l’Acropoli sarebbe assurdo!

L’Acropoli di Atene e i suoi monumenti sono simboli universali dello spirito classico e della civiltà e costituiscono il più grande complesso architettonico e artistico lasciato in eredità dall’antichità greca al mondo.

E’ il complesso monumentale greco più sorprendente e completo ancora esistente ai nostri tempi. Si trova su una collina rocciosa di 156 metri. Forti mura di fortificazione hanno circondato la vetta dell’Acropoli per oltre 3.300 anni. Nel VIII secolo aC, l’Acropoli acquisì gradualmente un carattere religioso con l’istituzione del culto di Atena, la dea protettrice della città. Nel V secolo aC, gli Ateniesi, abilitati dalla loro vittoria sui Persiani, realizzarono un ambizioso programma di costruzione comprendente un gran numero di monumenti tra cui il Partenone, l’Eretteo, il Propileia e il tempio di Athena Nike. I monumenti furono sviluppati da un eccezionale gruppo di architetti e scultori che trasformarono la collina rocciosa in un complesso unico. Su questa collina nacquero Democrazia, Filosofia, Teatro, Libertà di espressione e parola, che forniscono a oggi la base intellettuale e spirituale per il mondo contemporaneo e i suoi valori.
(licenza CC-BY-SA IGO 3.0 – http://whc.unesco.org)

Partenone

Partenone

Sotto l’Acropoli si trova la roccia di Areopagos, bisogna fare molta attenzione a dove si mettono i piedi perché i passaggi sono molto scivolosi. Da qui si ha una splendida vista dell’Agorà, la Plaka, Monastiraki, Omonia e gran parte di Atene. È qui che San Paolo parlò al popolo di Atene nel 51 d.C. e la tavoletta incastonata nella pietra contiene le sue parole.

Che dire, Atene mi è piaciuta, non sono riuscito però a visitare la parte del Pireo, motivo in più per tornarci, la prossima volta però spero di evitare le manifestazioni!

Protected by Copyscape

Potrebbe piacerti anche

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.