Home Racconti Trento e dintorni in un weekend di Luglio

Trento e dintorni in un weekend di Luglio

by Albore Simone Marino
0 commento

Dopo il lungo periodo di lockdown dovuto al Covid, approfitto di un paio di giorni di ferie attaccandole al fine settimana per visitare Trento e alcuni luoghi e cittadine della zona.
La scelta di rimanere in Italia, non è solo quella di scoprire (o riscoprire) luoghi del nostro Paese, ma è anche un modo per far ripartire il turismo interno, pubblicizzare i nostri territori anche per l’estero e far ripartire l’economia locale e nazionale.

Il settore del turismo in Italia rappresenta circa il 13% del PIL, pertanto nel nostro piccolo ognuno di noi può contribuire a far ripartire il settore. Il modo è semplice, basta rimanere in Italia per le vacanze e prenotare nelle innumerevoli strutture ricettive di qualità che abbiamo nel nostro Paese.

Ringrazio anticipatatamente Visit Trentino, la Sig.ra Chiara De Pol e anche il Punto Informazioni Turistiche di Trento per la disponibilità, le informazioni e il materiale che mi ha fornito.

Il post è stato diviso in più pagine con informazioni che riguardano la Trentino Guest Card, i posti che ho visitato e anche consigli su dove mangiare.

Trentino Guest Card

Nella mia visita di Trento e gli altri luoghi che ho visitato, ho potuto utilizzare la Trentino Guest Card che mi ha omaggiato Visit Trentino.

Trentino Guest Card

Trentino Guest Card (Fonte: https://www.visittrentino.info)

La Trentino Guest Card ha innumerevoli vantaggi, vivendo esperienze per l’intera durata del soggiorno.

L’uso della Trentino Guest Card permette di visitare oltre 100 punti d’interesse tra musei, castelli parchi naturali ed attrazioni, inoltre è possibile utilizzare gratuitamente tutti i mezzi di trasporto pubblico locale, incluso il treno.

La Trentino Guest Card si potranno anche vivere esperienze interessanti scoprendo e gustando prodotti tipici del territorio.
E’ possibile infatti visitare cantine, distillerie, aziende agricole, caseifici e poter effettuare visite guidate con degustazione e acquisto di prodotti con lo sconto riservato.

Ottenere la Trentino Guest Card è molto semplice, basta prenotare in una delle strutture del territorio e verrà automaticamente assegnata la card per l’intera durata del soggiorno.

Parto con Trenitalia da Milano Centrale, dalla stazione di Trento mi dirigo a piedi in meno di 10 minuti all’Hotel America dove mi consegnano la chiave dell’appartamento che ho prenotato. L’appartamento si trova in una palazzina in Via Manci in pieno centro storico a pochi minuti a piedi dal Castello del Buonconsiglio e il Duomo.

L’appartamento è molto grande e distribuito su 2 livelli entrambi mansardati, molto pulito e dispone di prodotti di cortesia per gli ospiti come bustine di tea, 2 bottigliette d’acqua, prodotti per la cucina e da bagno. La zona è molto tranquilla, dal secondo livello dell’appartamento si gode di una splendida vista sul centro storico e le montagne che circondano la città.

Centro storico di Trento

Non mi aspettavo che Trento avesse così tante cose da vedere, purtroppo i giorni non sono molti e complice anche un giorno di pioggia ha stravolto non poco i miei programmi, riesco comunque a godermi delle belle passeggiate alla scoperta del centro storico.

Chiesa di San Francesco Saverio

Chiesa di San Francesco Saverio

L’itinerario in città inizia da Via Roma (prolungamento di Via Manci), dove si trova la Chiesa di San Francesco Saverio (XVIII sec.), una delle massime espressioni di arte barocca cittadina. Di fronte alla chiesa si trova Via Belenzani che conduce alla piazza del Duomo, su questa via si affacciano palazzi molto interessanti ed importanti, dalle facciate riccamente affrescate, come Palazzo Geremia (XV-XVI sec.), Palazzo Thun (XV sec.) e Palazzo Quetta Alberti-Colico (XV sec.).

Palazzo Geremia

Palazzo Geremia

Palazzo Geremia è tra i primi esempi di architettura rinascimentale trentina, presenta facciata affrescata con temi storico-morali. Oggi è la sede di rappresentanza del Comune di Trento, non è purtroppo visitabile.

Palazzo Thun

Palazzo Thun

Poco distante si trova Palazzo Thun, una delle più significative residenze nobiliari oggi sede del Municipio. Per circa 4 secoli fu proprietà della famiglia Thun il cui stemma è presente sugli spigoli dell’edificio. Le decorazioni affrescate sulla facciata sono state scoperte inaspettatamente sotto l’intonaco a seguito di restauri.

Cortile interno di Palazzo Thun

Cortile interno di Palazzo Thun

E’ visitabile solo il cortile interno dove è possibile ammirare l’originale della statua del Nettuno della fontana situata in Piazza Duomo.

Palazzo Quetta Alberti-Colico

Palazzo Quetta Alberti-Colico

Pochi metri più avanti si trova Palazzo Quetta Alberti-Colico, inizialmente era diviso tra due edifici appartenenti a due famiglie differenti. La facciata presenta sovrapposizioni di affreschi floreali del ‘500 e preesistenze del ‘400 che svelano gli avvicendamenti delle varie proprietà.

Basilica di Santa Maria Maggiore

Basilica di Santa Maria Maggiore

Percorrendo il vicino Vicolo Colico si raggiunge la Basilica di Santa Maria Maggiore (XVI sec.), costruita in pietra bianca e rossa in stile rinascimentale. Al suo interno si trovano una serie di altari barocchi lungo i lati e conserva il sarcofago con le reliquie di San Clemente.

Via Cavour

Via Cavour

Dalla vicina ed elegante Via Cavour, dove si trova Torre della Tromba (XV sec.), si raggiunge Piazza del Duomo.

L’immensa Piazza del Duomo, fulclo della vita cittadina, è caratterizzata dalla presenza della grande Cattedrale, del Palazzo Pretorio con Torre Civica e affascinanti palazzi porticati lungo tre lati del perimetro.

Cattedrale di San Virgilio

Cattedrale di San Virgilio

La Cattedrale di San Virgilio (XIII sec.) è il luogo dove vennero promulgati i decreti del Concilio di Trento. Costruita in stile romanico con pianta a croce latina a tre navate, all’interno si trovano affreschi e quadri del ‘300.
Sotto la Cattedrale si trova la Basilica Paleocristiana di San Vigilio (IV sec.), rinvenuta a seguito di scavi nel sottosuolo tra gli anni ’60 e fine anni ’70.

Palazzo Pretorio

Palazzo Pretorio

Il vicino Palazzo Pretorio, ex residenza vescovile, è sede del Museo Diocesano le sale espongono un patrimonio artistico e culturale dal XI al XIX, vi si trova inoltre il Tesoro della Cattedrale.

Casa Cazuffi-Rella

Casa Cazuffi-Rella

Sulla piazza si affacciano i due bellissimi edifici di Casa Cazuffi-Rella con affresci cinquecenteschi che rappresentano scene della mitologia classica, tematiche su virtù, trionfi dell’amore ed altro.

Piazza di Fiera

Piazza di Fiera

Una parte della città molto interesssante da visitare è qualla di Piazza di Fiera, antica sede di fiere e mercati, dove si scorge ancora un tratto delle Mura Vanghiane, parte della cinta medievale urbana e il Palazzo Arcivescovile. Si tratta della piazza dove ogni anno viene allestito il Mercatino di Natale di Trento e vengono organizzati molti eventi.

Tra i simboli che rappresentano Trento c’è senza alcun dubbio il Castello del Buonconsiglio.

Si precisa che la visita al Castello del Buonconsiglio è su prenotazione.
I possessori della Trentino Guest Card hanno diritto ad ingresso a prezzo scontato.

Castello del Buonconsiglio

Castello del Buonconsiglio

Il Catello del Buonconsiglio (XII sec.) è il più vasto e importante complesso monumentale del Trentino Alto Adige, è formato da diversi corpi di fabbricato e circondato dalle duecentesche mura cittadine. Il nucleo originale e più antico è Castelvecchio e Torre d’Augusto, nel corso dei secoli vennero edificate ed incorporate altre parti, come la Torre dell’Aquila (XIV sec.)e il Magno Palazzo (XVI sec.).

Castello del Buonconsiglio, Loggia Veneziana

Castello del Buonconsiglio, Loggia Veneziana

L’architettura interna del Castelvecchio presenta un cortile porticato con tre logge sovrapposte collegate da una scala in pietra. L’ultimo piano è caratterizzato da una loggia veneziana dove si domina la città e la valle circostante.
Le sale al primo piano sono dedicate alla sezione archeologica, mentre le sale rinascimentali espongono dipinti, oggetti in bronzo e sculture in legno.

Torre dell'Aquila

Torre dell’Aquila

La Torre dell’Aquila ospita i meravigliosi affreschi del Ciclo dei Mesi, un capolavoro dell’arte gotica e preziosa testimonianza della vita di corte e contadina.

Magno Palazzo

Magno Palazzo

Il Magno Palazzo è una maestosa residenza di ispirazione rinascimentale, sede del potere politico-culturale dei principi-vescovi. Al suo interno si trovano magnifici cicli affrescati che adornano gran parte degli ambienti interni, venne considerata una delle più ricche residenze principesche dell’Italia settentrionale. Di epoca barocca è la Giunta Albertiana, decorata con stucchi e affreschi.

Il Castello del Buonconsiglio è noto per un episodio tragico avvenuto durante la Prima Guerra Mondiale, tra le sue mura si svolse il processo agli irredentisti Cesare Battisti, Fabio Filzi e Damiano Chiesa, che vennero poi giustiziati nel cortile del palazzo.

L’irredentismo italiano fu un movimento d’opinione, espressione dell’aspirazione italiana a perfezionare territorialmente la propria unità nazionale, liberando le terre soggette al dominio straniero.

[…] In alcune terre di confine si verificarono situazioni conflittuali che misero a volte su posizioni opposte gli stessi abitanti del medesimo paese.

Ad esempio, nel Trentino, i giovani in età adatta al servizio militare venivano arruolati dall’Impero Austroungarico e nel 1914 allo scoppio del conflitto molti partirono per il fronte, per un totale di circa 65000 a fine conflitto.
Più di ottocento trentini, tuttavia, scelsero l’Italia come loro Patria invece dell’Austria potenza occupante, attraversando clandestinamente il confine e arruolandosi come volontari nel regio esercito italiano.

(Fonte: Wikipedia)

Fuori il Centro storico

Premetto che la visita all’Orrido di Ponte Alto è su prenotazione e obbligatoriamente con percorso guidato.
Si consigliano scarpe che abbiano una buona aderenza e non permettono quindi di scivolare, una giacca in quanto potrebbe fare freschino e anche un impermeabile. I possessori della Trentino Guest Card hanno diritto ad un prezzo scontato.

Orrido di Ponte Alto

Orrido di Ponte Alto

A pochi chilometri dal centro storico di Trento, si trova l’Orrido di Ponte Alto, un canyon scavato dal fiume Fersina nel corso di migliaia di anni. Il fiume Fersina è lungo circa 35Km e la sua sorgente è oltre i 2000 metri di altezza, lungo tutto il suo percorso trasporta grossi e pesanti sedimenti di porfido, nel punto in cui passa per Ponte Alto trova roccia calcarea rossa molto friabile, in questo modo si è formato l’orrido.

Serra di Ponte Alto

Serra di Ponte Alto

Fin dal 1500 sono state create opere idrauliche che scongiurassero le alluvioni in città.

Controserra Madruzza

Controserra Madruzza

L’attuale Serra di Ponte Alto, alta circa 35 metri, è del 1850 e consiste in uno sbarramento per intrappolare il materiale solido trasportato dal Fersina. Ad oggi risulta interrata per circa 2/3 a causa del deposito alluvionale, per evitare pericolosi danni in città, nel 1882 circa 100 metri più a valle è stata realizzata la Controserra Madruzza, alta oltre 40 metri.

Cascata del fiume Fersina

Cascata del fiume Fersina

Le due opere ingegneristiche danno origine a due meravigliose cascate, scendendo una scala a chiocciola in prossimità della Controserra Madruzza, è possibile arrivare sotto la sua cascate.

Mondo Melinda

A circa 1 ora di treno, prendendo la linea ferroviaria Trento – Malè – Mezzana, si raggiunge MondoMelinda, il centro visitatori del Consorzio Melinda. Che oltre ad

Vi si trova l’ampio negozio dove poter acquistare frutta fresca e numerosi prodotti Melinda come snak, succhi ecc.
In determinati periodi dell’anno è possibile visitare lo stabilimento previa prenotazione.

MondoMelinda

MondoMelinda

Ma non è tutto, è possibile accedere al Golden Theatre, uno spazio multimediale in cui si viaggia virtualmente nell’universo sotterraneo delle celle ipogee scavate nella roccia Dololomitica e scopre i processi ecosostenibili di tutta la filiera.

Dove mangiare

Nei miei giorni a Trento ho pranzato molto spesso al Forno Urbano (Via Giannantonio Manci, 20), poco distante dall’appartamento dove soggiornavo.

Forno Urbano

Forno Urbano

Forno Urbano è un locale aperto da poco più di un anno dove fanno produzione artigianale di pane, pizze, focacce ed imbottiti.

Margherita + Zucchine e fiori di zucca

Margherita + Zucchine e fiori di zucca

Il personale è molto cordiale e disponibile, prodotti decisamente squisiti e di qualità ad un ottimo prezzo.
Offrono prodotti genuini ed artigianali, ad ogni boccone si riconoscono i sapori unici ed autentici come una volta.
Si possono trovare particolarità di pizze o focacce come Gorgonzola e Pesca; Parmigiana; Zucchine e fiori di zucca e molte altre varietà, che se avrete l’occasione vi consiglio di provare man mano, perchè non ne rimarrete delusi, anzi, tornerete sicuramente!

Se invece volete gustare dei piatti più tradizionali, vi consiglio la Forsterbräu Trento (Via Paolo Oss-Mazzurana, 38).
Si tratta del ristorante-birreria del famoso marchio di birre Forst, che logicamente qui non mancano.
Il ristorante offre ottime pietanze tradizionali, locale molto bello e dall’atmosfera particolare, è sempre pieno quindi o aspettate oppure cercate di andare in orari meno affollatti. Appena si ordina viene servito un cesto con Brezel, pane e 2 salsine.

Trilogia di Canederli

Trilogia di Canederli (Da sin.: Ai funghi; Alla Nonesa; Grano saraceno)

Erano giorni che volevo gustarmi i Canederli, grossi gnocchi di pane raffermo e speck fatti in brodo, qui ho voluto prendere la Trilogia di Canederli, composto da Canederli alla Nonesa con salsa di gulasch; Ai funghi su salsa Vezzena; Al grano saraceno, formaggio ubriaco e graukase con burro fuso e salvia.



Nel prossimo post vi racconterò gli altri posti che ho visitato fuori da Trento.

Protected by Copyscape

Potrebbe piacerti anche

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Analytics by GoSquared