Home Turismo Georgia, tradizioni e buon cibo

Georgia, tradizioni e buon cibo

by Albore Simone Marino
0 commento

La Georgia, è destinazione incredibilmente sottovalutata.

Stato dell’ex URSS al confine tra Europa e Asia stretto tra le montagne del Caucaso e il Mar Nero, è nata solo nel 1991, divenuta nel 2004 Repubblica della Georgia.
La storia del Paese è antichissima, da sempre è stata accompagnata dalla coltivazione della vite e dalla produzione di vino, come testimoniano alcune tracce datate fino a 8000 anni fa.
Non a caso, il nome con cui è chiamata all’estero la Nazione, Sakartvelo per i georgiani, deriva dal termine greco georg, che si riferisce all’agricoltura.

L’intero territorio (ad eccezione naturalmente delle vette più alte della Regione dello Svaneti, che arrivano fino a 5000 metri) è coltivato, grazie a un terreno fertile e alla notevole ricchezza d’acqua.
E’ una delle Nazioni più alte in Europa, questo che significa paesaggi mozzafiato e aria di montagna rigenerante.

Tblisi

Tblisi

La sua Capitale, Tblisi, tradotto letteralmente come “luogo caldo”, si trova in cima a sorgenti termali sulfuree.
Le cascate Dzveli Sulphur possono essere viste proprio fuori dalla località Sulphur Bath nell’antica Tbilisi.
A Tbilisi, c’è una forte presenza staliniana per ovvi motivi, Stalin nacque nella vicina città di Gori, dove oggi è possibile visitare un museo dedicato alla sua vita.

I fan della storia saranno interessati a visitare una delle vestigia più intriganti di questo periodo, la tipografia underground di Stalin. Una volta usato per scappare dalla propaganda, la stampa ricostruita si trova nel cortile del Museo della tipografia.
La città, caratterizzata dall’architettura Art Nouveau, è ricca di musei, parchi, cattedrali e fortezze, ma vi sono anche luoghi poco conosciuti. La Città Vecchia, con i suoi vicoli tortuosi, è particolarmente affascinante.

Monastero di Gelati

Monastero di Gelati

La città di Kutaisi, è tra le città più antiche del Continente.
Questa città è stata al centro di molteplici conflitti tra Re georgiani, russi e sovrani ottomani, ed era un centro industriale ai tempi dell’Unione Sovietica. Il Museo Storico di Stato raccoglie oltre 16.000 reperti relativi alla storia e alla cultura georgiana. Situato fuori città, si trova uno dei più spettacolari Monasteri del Paese, il Monastero di Gelati.

Mtskheta

Mtskheta

Mtskheta l’antica Capitale prima che Re Gorgasali cambiasse la sua base a Tbilisi, ora è la Capitale religiosa.
Vi si trovano tre delle più importanti chiese della Georgia: Svetitskhoveli, Monastero di Jvari e Samtavro.
Dal Monastero di Jvari si può godere di un panorama mozzafiato sulla vallata e la città.

Potrebbe piacerti anche

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Analytics by GoSquared