Home Racconti Bonn e Leverkusen, in treno da Colonia

Bonn e Leverkusen, in treno da Colonia

by Albore Simone Marino

Bonn, città natale di Beethoven

Se si ha l’intenzione di esplorare la zona intorno a Colonia, Bonn merita sicuramente una sosta.

Bonn è una delle città più antiche del Paese, fu anche la Capitale della Germania Occidentale fino alla riunificazione del Paese, avvenuta dopo il crollo del Muro di Berlino.

Bonn

Bonn

Bonn ha tutta la cultura della Capitale di una Nazione, non ultimo il suo Museum Mile, Museo della Storia Contemporanea Tedesca, ma è anche il luogo dove è nato e cresciuto il compositore Ludwig van Beethoven, la casa di 12 stanze in cui il compositore di talento è nato nel 1770 è oggi un museo.

All’interno, si trovano preziosissimi cimeli della sua vita, tra i quali l’annuncio originale del suo primo concerto fatto all’età di 8 anni e anche le trombe di bronzo che usava mentre diventava tragicamente sordo.

Casa natale di Ludwig van Beethoven

Casa natale di Ludwig van Beethoven

La città ha anche una delle chiese più antiche della Germania, la Bonn Minster (XI sec.), si erge su un sito che è stato sacro per 2.000 anni, prima come tempio romano e poi come chiesa cristiana e santuario per i martiri Cassio e Florenzio.
La chiesa è composta da 5 torri, la più grande è ottagonale, con finestre ad arco semicircolari, tipiche dello stile romanico.
Il lato sud raccoglie il chiostro romanico meglio conservato della Germania, mentre l’interno ha un’architettura romanica e gotica, con decorazioni barocche.

Monumento a Beethoven

Monumento a Beethoven

La Münsterplatz è la piazza più grande del centro città e la chiesa non è l’unica cosa che vale la pena vedere qui.
Vi si trova il Monumento a Beethoven realizzato nel 1845, alla base del quale ci sono 4 rappresentazioni allegoriche dei tipi di musica che realizzava il compositore.

Municipio di Bonn

Municipio di Bonn

Sul confine orientale di Markt (Marketplace) si trova il Municipio di Bonn (XVIII sec.), che conserva ancora gli uffici del Sindaco e le sale di ricevimento. Questo edificio in stile rococò fu iniziato nel 1730, è caratterizzato da un tetto a mansarda e abbaini e una scala doppia di fronte.

Palazzo Poppelsdorf

Palazzo Poppelsdorf

Poco fuori il centro storico merita una visita il Palazzo Poppelsdorf, costruito nel 1740 in stile barocco, un tempo dimora del Principe elettore Joseph Clemens di Baviera.
Oggi viene utilizzato dall’università come importante centro di ricerca di botanica. Il parco intorno al palazzo è stato un giardino botanico con serre per quasi 200 anni.

Ha più di 8000 specie di piante provenienti da tutto il mondo, nelle serre dell’Orto Botanico prosperano numerose specie esotiche. Quando una delle specie di piante più spettacolari, l’Arum di titano apre in poche ore i suoi fiori giganti, migliaia di visitatori vengono a vedere questo spettacolo raro.

Königswinter, località a circa 30 minuti da Bonn, è una graziosa cittadina, luogo in cui Lord Byron e altri ricchi inglesi amavano andare in vacanza nel XIX secolo.

Schloss Drachenburg

Schloss Drachenburg

Situato su una collina che domina il Reno e tutta Bonn, si trova lo Schloss Drachenburg (1871), l’aspetto neogotico lo fa sembrare di epoca medievale, ma in realtà è stato costruito da un ricco finanziere dell’epoca.
Lo si raggiunge con la ferrovia a cremagliera Drachenfelsbahn (1883) situata a poche centinaia di metri fuori dal centro abitato di Königswinter.

Il treno sale oltre 200 metri su una distanza di più di 1 chilometro e mezzo, superando pendii che possono raggiungere anche una pendenza del 22%.

L’interno del castello è decorato con affreschi in stile barocco, pannelli in legno intagliato, volte decorate e vetrate colorate. È anche possibile salire fino alla cima della torre principale per godere di una splendida vista sulla valle fino a Bonn.

Potrebbe piacerti anche

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: