Estate balcanica in Croazia

Vacanza estiva tra Croazia (Dalmazia) e Bosnia Erzegovina

by Albore Simone Marino

Mostar – Medjugorje

Prima escursione fuori dalla Croazia, l’itinerario previsto è in Bosnia Erzegovina, a circa 1h da Makarska percorrendo la statale D8 direzione Baska Voda prendendo poi il nuovo tunnel a pedaggio (20Kn circa €2,60) che permette di evitare un lungo tratto che costeggia il Biokovo.

Mostar

Mostar

Superato il confine in circa 40 minuti si giunge a Mostar, definita “città di pietra sulla pietra”.

La città vecchia si estende lungo le sponde del fiume Neretva ed è qualcosa di spettacolare, una città dove vengono a contatto cultura orientale ed occidentale.

Senza alcun dubbio il simbolo della città è lo Stari Most (1566), il vecchio ponte dichiarato Patrimonio dell’Umanità UNESCO.

Mostar

Mostar

E’ stato costruito interamente in pietra, misura una lunghezza di circa 30 metri è largo circa 5 mmetri, si erge a circa 20 metri sopra il livello del fiume.

Attorno al ponte si è sviluppata la città vecchia con fortificazioni, torri e negozi che nell’insieme costituiscono un piccolo borgo, tutto concentrato lungo la Stara Carsija – Kujundzilik, la via in ciottolato che conserva tutte le caratteristiche della dominazione turca perché ricorda un suk, anch’essa fa parte della lista del patrimonio protetto dall’UNESCO.

Mostar

Mostar

La città è caratterizzata anche da alcune chiese e moschee che sono degne di nota, ad esempio la Moschea Tabacica (1600 circa) coperta interamente con lastre di pietra, la Moschea Koski Mehmed-pascià (1600 circa) che si affaccia sulla sponda del fiume Neretva o la vecchia Chiesa Ortodossa con le sue preziose icone.

Medjugorje

A circa 30 Km da Mostar vi è Medjugorje dove vi è il famoso Santuario della Madonna della Pace e tutto l’anno milioni di pellegrini provenienti da tutto il Mondo vengono per pregare.

Il piccolo paese è evento di pellegrinaggi a seguito dell’apparizione della Madonna ad un gruppo di ragazzini avvenuta nel 1981.

Vi sorge la Chiesa di San Giacomo è il luogo di raduno dei pellegrini, dietro di essa vi è un palco circolare e una platea a mezza luna dove i pellegrini possono pregare ed ascoltare messa in tutte le lingue.

Tutto intorno alla parrocchiale vi sono le zone dei confessori, ognuno di essi ha un cartellino con la lingua/e parlate dal parroco.

A circa 1 Km di distanza dal Santuario si innalza il Monte Krizevac alla cui cima è stata eretta una croce, anch’esso meta di pellegrinaggio.

Potrebbe piacerti anche

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.