Norcia, tra i luoghi del terremoto

Vacanza estiva in Umbria - Parte 6

by Albore Simone Marino

Spoleto

Dopo pranzo decidiamo di raggiungere Spoleto, ubicata a poco più di 40 Km da Norcia, le antiche mura (V-IV sec.) proteggono il caratteristico centro cittadino che si inerpica fino alla rocca sulla cima del colle Sant’Elia.

Basilica di San Gregorio Maggiore

Attraversiamo Porta San Gregorio, uno degli accessi principali per il centro storico, dove a pochi passi si trova la Basilica di San Gregorio Maggiore (XI sec.), chiesa in stile romanico a tre navate. L’interno è diffusamente affrescato con opere in gran parte del XV secolo, vi si trova anche una cripta divisa anch’essa in tre navate, che ospita il sarcofago con le spoglie di Santa Abbondanza.

Rocca Albornoziana

Rocca Albornoziana

Facciamo visita alla Rocca Albornoziana (1359), il cui nome lo si deve al potente Cardinale Albornoz. Fino alla metà del 1700 la rocca ospitò governatori pontifici ed importanti personaggi dell’epoca.

Ponte delle Torri

Ponte delle Torri

Dalla Rocca si può ammirare il Ponte delle Torri lungo 230 metri, acquedotto romano-longobardo alto circa 80 metri, che lo rende il ponte in muratura più alto d’Europa. Il ponte aveva un doppio scopo, unire la rocca al fortilizio dei Mulini e anche a confluire in città le acque delle sorgenti.

Cattedrale di Santa Maria Assunta

Cattedrale di Santa Maria Assunta

La Cattedrale di Santa Maria Assunta (XII sec.) dalla facciata romanica, è il principale luogo di culto cattolico di Spoleto. Presenta un interno barocco a croce latina a tre navate, con opere artistiche di autori di rilievo come il Bernini e il Pinturicchio.
Ma il fiore all’occhiello si trova nella Cappella delle Reliquie che custodisce una preziosa lettera autografa di San Francesco d’Assisi inviata a Frate Leone. Il prezioso manoscritto è rappresentato da una piccola pergamena in pelle di capra, sulla quele è presente un testo in diciannove righe.

"Metropolitana pedonale"

“Metropolitana pedonale”

Il centro cittadino di Spoleto è molto gradevole, caratterizzato per lo più da scalinate e strade in pendenza.
Spoleto è avvenieristica e ha sviluppato un sistema di mobilità sostenibile con una sorta “Metropolitana pedonale“.
Un percorso sotterraneo di scale mobili o pedane, che ricorda molto quelli aeroportuali che permettono di raggiungere diversi luoghi della città con il minimo sforzo.

Spoleto è la cittadina che ha sostituito Gubbio nella serie Tv “Don Matteo” con Terence Hill, infatti dalla 10^ stagione le scene vengono girate nel centro storico e la Chiesa di Sant’Eufemia.

Ultima tappa dell’itinerario Spello, nella prossima pagina.

Potrebbe piacerti anche

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

2 commenti

Lety Goes on 20 Maggio 2021 - 11:00

La zona di Norcia e Spello è sulla mia lista dei desideri da un po’, l’ho imparata ad amare dalle foto che ho visto suisocial e sono certa che anche dal punto di vista culinario mi lascerà deliziata!
Grazie per questa guida, sarà la mia fedele compagna quando passerò in Umbria!!!!

Rispondi
Albore Simone Marino 20 Maggio 2021 - 13:31

Confermo che non rimarrai delusa dalle cose da vedere e anche dalla cucina 😉

Grazie a te 🙂

Rispondi