Pokhara, incantevole perla sul lago

Viaggio in Nepal - Parte 7

by Albore Simone Marino

Lascio Kathmandu e il continuo pensiero a ciò che mi è capitato, per un lungo viaggio in bus diretto a Pokhara.

25 Maggio: POKHARA

Sveglia la mattina presto, raggiungo in circa 15 minuti a piedi il posto in cui partono i bus turistici, partenza prevista per le 6:30 con la compagnia di bus è la Tourist Express, durata del viaggio verso Pokhara circa 8 ore.

Autista e staff sono molto gentili, dopo alcuni minuti dalla partenza distribuiscono bottiglie di acqua a tutti i passeggeri, finiscono qui le cose positive per questa compagnia di bus!
I sedili non erano scomodi, di più…! Sembrava di essere seduti su tavole di compensato e in più il wifi non era presente, anche se lo pubblicizzavano.

Lungo il percorso il bus ha fatto 3 soste la più lunga quella della pausa pranzo in un posto piuttosto scadente, come struttura e come cibo, non ho mangiato quasi nulla, per fortuna avevo preso degli snack e acqua nella sosta precedente.

E’ tardo pomeriggio, arriviamo finalmente alla stazione dei bus di Pokhara, qui si viene letteralmente assaliti da tassisti ufficiali e anche ufficiosi, dopo diversi autisti con i quali ho contrattato il prezzo ma non stavano alle mie condizioni, ho trovato Nirmal, un tassista molto gentile e disponibile che per circa 300 NRP che avevamo pattuito, mi ha portato in albergo, in più ci siamo messi d’accordo per dei tour in città dopo 2 giorni al costo di 3000 NPR e il giorno successivo mi avrebbe riaccompagnato alla stazione dei bus di Pokhara.

L’albergo nel quale soggiorno per 3 notti è l’Hotel Peninsula, situato a poche centinaia di metri dalla via principale della città, in zona piuttosto tranquilla. La camera era ampia e aveva un piccolo balcone con una bella vista sulla montagna con la World Peace Pagoda, come sempre a disposizione degli ospiti le bottiglie d’acqua e kit per caffè/tea. Il letto e i cuscini erano molto comodi, la camera e l’intera struttura era pulita. Le cose non a favore sono senza dubbio la non presenza di una ascensore per raggiungere le camere; la colazione era senza dolci, solo pietanze salate o pancake, “marmellata” piuttosto disgustosa e anche la cena in hotel la sconsiglio, io l’ho provata solo la prima sera, poi ho sempre cenato fuori.

Sbrigate le pratiche di check-in con drink di benvenuto, poso la valigia in camera e gironzolo nei dintorni per vedere qualche negozio e fare una piccola passeggiata.

Potrebbe piacerti anche

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.