Home Turismo Sud Tirol che passione

Sud Tirol che passione

by Albore Simone Marino
0 commento

Bressanone

Bressanone è la città più antica del Sud Tirol ed comodamente raggiungibile da Bolzano in treno in circa 30 minuti.
L’antica città episcopale combina una atmosfera medievale-barocca con uno stile di vita moderno e un affascinante mondo alpino che la circonda.

Giardino di Corte

Giardino di Corte

Il centro storico cittadino lo si raggiunge in circa 10 minuti a piedi dalla stazione, la prima attrattiva che offre Bressanone è il Giardino di Corte (1831), giardino del Palazzo Vescovile (XIII sec.) una delle corti più suggestive d’Europa oggi divenuto il Museo Diocesano.

Palazzo Vescovile

Palazzo Vescovile

Decido di passeggiare lungo il perimetro del cuore del centro storico, percorrendo Via Bastioni Maggiori dove non molto distante si trova il Museo della Farmacia, dove al suo interno sono raccolti strumenti e confezioni che testimoniano oltre 400 anni di storia della farmacia.

Rione Stufles, chiesa dell'Angelo Custode

Rione Stufles, chiesa dell’Angelo Custode

Da qui, incastonato a cuneo tra il fiume Isarco e Rienza, si raggiunge il rione Stufles, il più antico di Bressanone, un vero gioiello di architettura medievale tutelato dalla Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio del MiBACT (Min. Beni, attività culturali e turismo). Fiore all’occhiello del rione è la piccola chiesa dell’Angelo Custode (1712), abside romana di una antichissima cappella.

Municipio

Municipio

Tornando nel centro storico si giunge in Piazza Duomo, una piazza immensa dove nel periodo di Natale sorgono i famosi mercatini, nella piazza sorge anche il Municipio e altre chiese, incredibilmente attaccate al Duomo formando quasi un unico complesso.

Chiesa Parrocchiale di San Michele Arcangelo

Chiesa Parrocchiale di San Michele Arcangelo

La Chiesa Parrocchiale di San Michele Arcangelo (XI sec.) è in stile romanico con abside (XV sec.) e navata gotiche (XVI sec.). All’interno si trovano affreschi barocchi del 1750 ed altari di diverse epoche e stili artistici, il crocefisso è del XVI secolo mentre l’organo risale al 1740. La torre campanaria (1459) racchiude 7 campane e con i suoi 72 metri di altezza risulta essere uno dei simboli della città. Lo spazio verde che si trova tra la chiesa ed il duomo era fino al 1792 un cimitero, lungo le pareti del porticato (XVIII sec.) vi si trovano lastre tombali di canonici e nobili, al centro del giardino vi è la lanterna cimiteriale in pietra in stile gotico (1483).

Ex cimitero

Ex cimitero

Il Duomo di Bressanone (X sec.) è il simbolo maestoso della città, ha rifacimenti in stile romanico del 1200 costituiti dalle tre navate e i due campanili e successiva costruzione una barocca del 1750 circa.  L’interno è sfarzoso e realizzato con 33 differenti marmi pregiati, al centro della navata si trova un affresco di circa 200mq che rappresenta l’Adorazione dell’Angelo.

Duomo di Bressanone

Duomo di Bressanone

Il chiostro del Duomo di Bressanone (XIV sec.) è famoso soprattutto per gli splendidi affreschi tardo gotici del periodo tra il 1390 e il 1500.
Il complesso del chiostro è formato dal Duomo di Bressanone, dalla Cappella di San Giovanni e dalla Chiesa della Madonna.

Chiostro del Duomo

chiostro del Duomo

Poco distante si trova anche il Seminario Maggiore di Bressanone (1764) sede dell’Istituto Teologico Accademico. Il maestoso edificio ha preziosi ornamenti fatti con materiali nobili e creazioni artistiche che ne fanno una grande opera d’arte. La Cappella e l’ospizio “Sanctae Crucis in insula” sono stati fondati nel 1157 dal capitolo del Duomo di Bressanone.

Seminario Maggiore di Bressanone

Seminario Maggiore di Bressanone

Poco distante vi è Via Portici, la caratteristica via commerciale porticata con eleganti e colorati edifici del XV e XVI secolo. In Via Portici Maggiori si rimane colpiti dalla bellezza della Casa Goreth Pfaundler (1581), palazzina affrescata e decorata da grate ornamentali in ferro battuto, riassume elementi rinascimentali e dello stile tardogotico.

Casa Goreth Pfaundler

Casa Goreth Pfaundler

Spostandosi poco fuori dal centro storico, si può visitare il Convento e Chiesa dei Frati Cappuccini, (1340) dedicata a Santa Caterina, donata nel 1603 ai Cappuccini, la chiesa nuova e il convento furono completati nel 1630.

Convento e Chiesa dei Frati Cappuccini

Convento e Chiesa dei Frati Cappuccini

Proseguendo si raggiunge poi la Chiesa del Convento delle Clarisse e dei Francescani , chiesa e convento fondati dalle Clarisse nel 1235, chiesa dedicata a Santa Elisabetta d’Ungheria. Successivi ampliamenti e restrutturazioni sono state svolte nel XV e XVII secolo.

Chiesa del Convento delle Clarisse e dei Francescani

Chiesa del Convento delle Clarisse e dei Francescani

Protected by Copyscape

Potrebbe piacerti anche

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Analytics by GoSquared